Direttore Artistico
Modulo TI

FondazioneTGD

 

Visita il sito della Foresteria

Collegamento alla foresteria

CAPPUCCETTO RAP

CappuccettoRap

Il racconto di Cappuccetto Rosso è conosciuto in due versioni diverse e in qualche modo opposte, quella di Perrault e quella più recente e ottimista dei fratelli Grimm. Mentre il lupo di Perrault può digerire indisturbato l’abbondante pasto, la versione dei Grimm termina con il lieto fine grazie all’intervento di un provvidenziale cacciatore. Tuttavia il racconto esisteva già prima di Perrault ed ha continuato ad essere trasmesso oralmente in versioni autonome o mescolando in modi diversi versioni orali e versioni scritte.

L’autore dello spettacolo attinge dalle due versioni ma solo come spunto per un gioco di “Teatro nel Teatro”.

 

I protagonisti sono due fratelli alle prese con i preparativi di uno spettacolo da presentare al “Gran concorso del Teatro Immaginario”.

Silvana, la sorella maggiore, ha una vera passione per il teatro che la porta a riempire la sua camera di vecchi abiti e oggetti di scena. Bruno invece è amante della musica e specialmente del genere Rap. Lui invade la camera della sorella con un microfono e tanto rumore; li unisce una grande fantasia. I personaggi della fiaba prescelta, Cappuccetto Rosso, prendono vita perché i due fratelli si abbandonano al divertente gioco del teatro. Le “intemperanze” rap di Bruno ben si sposano con il ritmo vivace della storia impresso da Silvana. E cosi ancora una volta, la fiaba avrà il suo lieto fine… rap, naturalmente.